Navigation Menu
Bimbi, Musica e Viaggi: i consigli di un educatore musicale infantile

Bimbi, Musica e Viaggi: i consigli di un educatore musicale infantile

on Gen 20, 2015 in Musica e Viaggi | 7 comments

Lucrezina

Parliamo di bambini, di musica e ovviamente di viaggi e scopriamo le esperienze e i consigli di Ugo Valentini, educatore musicale con una comprovata esperienza nel mondo….infantile! Ho conosciuto Ugo grazie al corso di Musica in Culla che mio figlio frequenta, un percorso educativo basato sulle teorie di Edwin Gordon. Quando ho saputo che, attraverso degli incontri settimanali, c’era la possibilità di far accostare i bimbi, anche piccolissimi, alla musica attraverso il gioco e soprattutto di fargliela intendere come mezzo di comunicazione non ho saputo resistere e sono andata a fare una “lezione” di prova. La realtà, se possibile, ha superato le aspettative: è stato incredibile vedere con i miei occhi come gli educatori musicali riuscissero a passare dalla teoria alla pratica e l’armonia che veniva trasmessa mi ha letteralmente conquistato. Come potete immaginare Ugo è uno degli educatori: tra le varie attività ha anche un interessantissimo blog sul tema che vi invito a leggere (lo trovate QUI). Io sono già una sua fan e ho pensato che sarebbe stato interessante farlo conoscere anche a voi con un’intervista. Ovviamente tra le domande poste non manca un collegamento con la musica e la colonna sonora per viaggi con bambini! Nel suo Blog Ugo si presenta così: Da piccolo ogni padella che trovavo in cucina si trasformava all’istante in un tamburo, ogni coperchio in un piatto della batteria da suonare con i cucchiai. Da grande sono diventato un contrabbassista, 7 anni in Conservatorio a Roma e poi in giro per l’Italia a suonare con varie orchestre. Sempre da grande quando sono entrato all’Orff-Schulwerk ho preso i cucchiai lì per terra e girando e suonando ogni cosa rotonda sono entrato anche nella stanza di Musica in Culla. (…) Oggi (da piccolo) mi dedico principalmente all’educazione musicale per l’infanzia e chiedo sempre a tutti i bimbi se nella loro cucina ci sono le padelle. Raccontaci meglio delle attività che fai con i bambini: Una stanza accogliente. Un bel tappeto colorato. Cuscini tutt’intorno. Aspettiamo i bambini entrare insieme a mamma o papà… Eccoli!! Ci sediamo insieme sui cuscini intorno al tappeto e cominciamo a cantare. La Musica è nostra amica e ci accompagna nei movimenti, negli sguardi attraverso i colori (foulard) che volano disegnando l’armonia...

Read More
Istanti di Viaggio e Note Musicali

Istanti di Viaggio e Note Musicali

on Ott 24, 2014 in Bruxelles, Edimburgo, Hong Kong, Istanbul, Musica e Viaggi | 14 comments

Lucrezina

Viaggi e Colonna Sonora: un binomio perfetto, si sa. O quantomeno lo sono per me. È per questo che associo ogni città visitata ad una canzone. È per questo che ho iniziato la rubrica Viaggi e Canzoni sul blog MAM. È per questo che voglio dedicare a questo tema un post nel mio blog. Sul blog MAM parlo dei miei viaggi con Baby P. e vi racconto della musica ascoltata, invece in questo post scelgo di parlare delle mete che ho visitato “prima”, dove ancora non ho portato Baby P. e scelgo le città più significative, scelgo gli attimi unici e scelgo di trascinarvi con me al ritmo pop dei R.E.M. ma anche  a quello del genere francese di Edith Piaf e poi...scoprite sotto la mia colonna sonora! NEW YORK Parto “alla grande” con la metropoli che non dorme mai, la grande mela. A NY sono stata 5 volte e l’ho amata sempre di più: ho pattinato al Rockfeller Center ma anche a Central Park, ho cenato su un battello sull’Hudson, ho fatto un brunch al Meatpacking District, mangiato l’hot dog di Nathan’s e sognato al Luna Park di Coney Island (vi dice niente il film Big?), visitato il Plaza Hotel (quando era ancora un hotel) e pensato alla scena finale di “Come eravamo” (ma anche Sex and the city eh!), visto un Coro Gospel ad Harlem, tifato ad una partita dei New York Rangers al Madison Square Garden ecc. ecc. Mentre prendevo l’underground e mi perdevo nell’immensità di questa città pensavo a Big City Life dei Mattafix (anche se il gruppo è inglese!). Travolta dalla frenesia della Grande Mela mi è venuta in mente Rhapsody in blue di George Gershwin. Durante le trasferte mi ritrovavo spesso a canticchiare “Englishmen in New York”. Ovviamente andando via ho salutato Gotham City con “Leaving New York” dei R.E.M. in fondo come recita la canzone “Leaving New York is never easy”.       ISTANBUL Ho un caro amico che vive a Istanbul e siamo andati a trovarlo due volte: è grazie a lui se siamo riusciti ad innamorarci di questa affascinante città divisa dal fiume Bosforo tra continente europeo ed asiatico, dei suoi colori al tramonto, dei profumi e degli aromi, della...

Read More