Navigation Menu
Quando un libro apre le pagine di una fiera incantata

Quando un libro apre le pagine di una fiera incantata

on Giu 9, 2014 in Roma | 10 comments

Lucrezina

Come anticipato nel mio precedente post (che trovate QUI), il 2 Giugno ho deciso di fare una gita fuori porta e mi sono ritrovata immersa in un mondo un po’ magico fatto di libri, bimbi, cuccioli, alberi e fantasia: Pagine in Fiore, la prima fiera dell’editoria per bambini e ragazzi!

Pagine in fiore (23)

Pagine in fiore

foto-35

La mattina di lunedì siamo quindi partiti alla volta di Nepi e, in poco tempo, abbiamo raggiunto la Tenuta Valle Cento, anche grazie alle indicazioni che ho trovato molto chiare e ben posizionate. Ovviamente il mio campione, dopo aver reclamato attenzione durante tutto il tragitto, ha pensato bene di addormentarsi 5 minuti prima di arrivare!

foto-34  indicazioni pagine in fiore

Una volta spostato Baby P. nel passeggino e dopo averlo cullato un po’ (lo spostamento macchina – passeggino non era stato di suo gradimento…) abbiamo varcato le porte di Pagine in Fiore: la sensazione è stata quella di entrare all’interno di una fiaba dove i protagonisti erano bimbi creativi e curiosi, le loro mamme erano le fatine buone, i libri i loro compagni di avventura, i laboratori le loro forme di espressione e i cuccioli i loro fidati alleati.

Pagine in fiore (4)

Io e Baby P

Baby P. ha continuato per un po’ a sonnecchiare incurante dell’aria magica che si respirava. Dopo esserci rifocillati (con ottimi panini alla salsiccia…GNAM GNAM!) ci siamo adagiati sotto l’ombra di un albero e in pochi minuti si è formato accanto a noi un gruppo nutrito di bimbi vispi e curiosi: era il laboratorio di Filosofia, In barba al filosofo!

Pagine in fiore (29)

Pagine in fiore (25)

L’idea di far accostare i bimbi al mondo di Socrate in maniera facile e naturale mi ha conquistato. Mentre osservavo i bimbi seriamente coinvolti dall’arte oratoria del giovane Platone dei giorni nostri , Baby P.  si è svegliato ed è rimasto anche lui incantato ad osservare il gruppo dei piccoli filosofi: per un attimo ho quasi sperato che stesse partecipando silenziosamente, poi però si è girato verso di me, è scoppiato in un urlo furioso indicando il resto del mio panino alla salsiccia e ho dovuto ricredermi subito.

Dopo un paio di urla furiose ed un incontro ravvicinato con il nuovomondo della salsiccia, abbiamo deciso di avvicinarci all’angolo di cuccioli&cuccioli.

Piccolo inciso: in famiglia abbiamo un bel cagnone di nome Totò (preso rigorosamente in canile!) e mio figlio quindi sta crescendo serenamente pensado che il mondo sia popolato da umani a due gambe e da esseri pelosi a quattro zampe con coda multifunzione. Per lui quindi vedere cani, accarezzarli, torturarli e parlarci e’ piuttosto naturale.

Ecco una foto di Totò:

toto' 2

La scelta di andare a vederele lo stand di cuccioli&cuccioli è stata quindi per noi un percorso naturale. I cagnolini mi sono parsi ben tenuti ed accuditi. Erano circondati da bimbi incantati e mio figlio si è unito subito al gruppo: credo si sia solo domandato perchè stessero dentro una gabbia e non liberi di scorazzare dovunque volessero come il suo Totò. Ho saputo che alla fine della giornata alcuni di loro hanno trovato famiglia e la notizia mi ha davvero sollevato.

Dopo questa bella parentesi, abbiamo dato un’occhiata alla casetta delle api della Azienda Agricola Mamma Lù.: lì mi sono confrontata con una bimba di 6 anni e insieme ci siamo seriamente poste il problema se dentro ci fossero le api. Una volta appurato che si trattava solo di una casetta espositiva (vuota!), ho potuto chiedere loro informazioni: mi hanno spiegato che organizzano laboratori ed incontri per illustrare ai bimbi come nasce il miele. Semplici e belle iniziative che ti fanno venire la voglia di tornare piccolo per poterti mischiare tra i bimbi e poter scoprire nuove realtà con la stessa loro meraviglia.

Pagine in fiore (8)

Pagine in fiore (7)

Baby P. ha quindi “deciso” che voleva fare quattro passi tra gli stand dei libri: lui era fortemente attratto dalle girandole in alto e dalla paglia delle balle di fieno decorative, io mi ero seriamente innamorata di tutti quei libricini. Purtroppo avevo un budget limitato e mi sono dovuta accontentare di un solo libro della BaBa collection: il Piccolo Contadino.

Pagine in fiore (14)

Pagine in fiore (11)

Pagine in fiore (20)

Continuando a girovagare tra gli stand espositivi, ci siamo imbattuti in quello dei giochi di legno dove era stato messo un tappeto morbido di velcro a terra e dove era possibile giocare con i pezzi di legno in libertà. Baby P. è stato subito attratto dall’idea ma chi era davvero in prima linea, era il papà.
Morale della favola:  io sono stata accantonata come un vecchio giocattolo in un angolo e loro due si sono lanciati nel fantastico mondo delle costruzioni di legno. Forse dovrei specificare che l’intento del papà era più “costruttivo” mentre quello del mio piccolo era più che altro “distruttivo” ma se non sbaglio anche alla base del corso di una pianeta ci sono le due forze opposte: la centrifuga e la centripeta!

foto-33

Dopo una giornata piuttosto intensa, baby P. ha mostrato seri cenni di stanchezza e abbiamo quindi deciso di riprendere la strada per Roma, non senza buttare un occhio al laboratorio di Ti cucino io dove piccoli gurmantes si cimentavano nel’‘arte culinaria con lo stesso entusiasmo di chi assaggia la prima volta il gelato.

Pagine in fiore (10)

Siamo quindi partiti verso nuovi lidi con la voglia di ritornare l’anno successivo per riscoprire e riassaporare quel mondo fantastico con gli occhi di un 2-enne.

La sera di questa splendida giornata abbiamo sfogliato il libro del piccolo contadino e siamo crollati, appagati da quella breve gita in un mondo fantastico che ci eravamo regalati.

Vi lascio con l’immagine dell’ultima pagina del libro: indovinate un po’ come si conclude? Cucù! Avete indovinato 😉

Il Piccolo Contadino

Il piccolo contadino

Il piccolo contadino - cucu'

Il piccolo contadino:cucu’

    10 Comments

  1. Adoro questo posto! Altro che per bambini, mi ci fionderei anche io tra tutti quei libri e la location sembra davvero molto, molto bella 🙂
    p.s.: a parte Totò che è stupendo… ma baby P. quanto è bello con quella salopette? <3

  2. Ciao, deve essere stata una giornata molto interessante e piena di cose da scoprire..!! Wow mi sarebbe piaciuto parteciparvi, ma sarà x l’anno prossimo!!

  3. Peccato avere scoperto il tuo blog solo ora! Ci saremmo venuti anche noi a Nepi con il nostro folletto!! Appuntamento al prossimo anno!! 😉

  4. Libri, cuccioli, costruzioni e cucina… sono un fan di Baby P.

  5. Ciao Lucrezia! Io mi ricordo di te… sbaglio o sei passata al mio stand? Spero di rivederti l’anno prossimo, così magari ci presentiamo! Nel frattempo mi farà piacere seguirti sul Blog 🙂 A presto!

    • Siii e’ stata davvero una bellissima giornata quella da Pagina in fiore e il prossimo anno mi fara’ davvero piacere conoscerti meglio! Mio figlio avra’ pure 2 anni e quindi potra’ anche apprezzare di piu’ tutte quelle belle attivita’ e i vari stand come il tuo 😉 Io sono gia’ tua follower!

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi ricevere i miei articoli via mail?

Vuoi ricevere i miei articoli via mail?

Grazie ho ricevuto la tua iscrizione. A presto!

Pin It on Pinterest

Share This
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: