Navigation Menu
Repubblica Dominicana con bambini: un sogno chiamato Bayahibe

Repubblica Dominicana con bambini: un sogno chiamato Bayahibe

on Mar 26, 2015 in Repubblica Dominicana | 4 comments

Lucrezina

Repubblica Dominicana con bambini si può? ecco il racconto del viaggio in Bayahibe della mia amica e mamma Valentina con la sua bambina di 2 anni.

Viaggiare in Repubblica Dominicana con bambini_bimba e mare

Con mio grande entusiasmo ospito il mio primo vero e proprio “guest post”: nel mio blog di base preferisco essere io la protagonista (con il mio Baby P.!) ma quando Valentina mi ha raccontato di essere stata in Repubblica Dominicana con la sua bambina e mi ha proposto di raccontarlo nel mio blog non ho esitato ad accettare!

Ho conosciuto Valentina in un corso di mamme blogger promosso da Roma dei bambini: oltre ad essere una mamma lavoratrice, Valentina  si prende cura del sito e dell’organizzazione dei corsi di Mamme and the city, un’associazione che si pone l’obiettivo di promuovere e sostenere la maternità tramite attività e corsi a cui le madri possono partecipare con i propri piccoli al seguito.

Siete pronti per sognare?

Viaggiare in Repubblica Dominicana con bambini_spiaggia 2

Repubblica Dominicana con bambini: il volo

Roma 28/02 ore 8.00 inizia il nostro sogno, questo primo viaggio oltreoceano con la nostra cucciola! Noi, che prima che lei nascesse volavamo qua e la senza troppo pensare, oggi ci troviamo a riprendere insieme a lei questa bellissima abitudine! Un po’ più ansiosi sicuramente, ma con tanto entusiasmo da farci passare tutte le paure.

Sì perché quando si viaggia con i bambini piccoli si pensa sempre al peggio, quindi metà valigia è solo di medicinali ed ogni sorta di precauzione! E poi vogliamo metterci l’ansia da malattia dell’ultimo minuto?! Ed invece no, pur essendo pieno inverno e quindi piena stagione influenzale la mia cucciola è arzilla come un grillo e noi più di lei!

Viaggiare in Repubblica Dominicana con bambini_bimba

Roma Fiumicino: ritiro documenti al banco del tour operator e via verso il check-in. Arrivati al controllo bagagli, vista la presenza del passeggino, abbiamo un accesso riservato e quindi, in men che non si dica, ci ritroviamo nell’area gateora si che si comincia a sognare!

Duty free, turisti ovunque, pronti a tornare a casa o come noi a partire per nuove destinazioni!

Noi siamo eccitatissimi in attesa di vedere che faccia farà la nostra piccola salendo sull’aereo grande e lei, più eccitata di noi, corre ovunque alla scoperta di questo nuovo luogo…e siamo ancora solo in aeroporto!

Finalmente si parte, tutto regolare per fortuna e la sua emozione diventa tangibile, tenerla seduta durante il decollo è un’impresa, ma facendola guardare fuori dall’oblò tutto è più semplice.

Passata la prima mezzora, sfoderiamo le “armi” in nostro possesso, tablet caricato con i suoi cartoni preferiti, fogli e matite per colorare, giochini passati dalla compagnia aerea NEOS per allietare il viaggio dei più piccoli e via il viaggio prosegue senza paura!

Viaggiare in Repubblica Dominicana con bambini_mamma con bimba 2

Le 9 ore previste volano e lei a soli due anni e poco più si comporta come una vera signorina, seduta al suo posto, consuma i pasti guardando cartoni e bevendo orange juice, insomma cosa potevamo aspettarci di meglio?!

Finalmente si atterra e questa è la fase più delicata, lei ne risente un po’, forse il forte rumore, forse la discesa, fatto sta che si lamenta di non poter stare in braccio a me (mamma) ma nel giro di 5 minuti siamo a terra e poco dopo abbiamo già ritirato i bagagli…l’aria calda e umida della Repubblica Dominicana si fa sentire! Iniziamo a spogliarci….🙂

Il viaggio in bus è rapido e dopo un non troppo celere check-in in albergo alle 18.00 ora locale prendiamo possesso della camera nella nostra destinazione finale, Bayahibe.

Repubblica Dominicana con bambini: il villaggio a Bayahibe

Ora cosa si fa?! Bisogna a tutti i costi vedere il mare e quindi vai con le infradito e tutti in spiaggia e qui la reazione inaspettata di mia figlia che alla vista del mare chiede: “Mamma per favore posso fare il bagno?”

Iniziamo benissimo! Doccia, cena e tutti al letto a ricaricarsi al meglio per iniziare questa vacanza.

Viaggiare in Repubblica Dominicana con bambini _galleria commerciale

Il villaggio che abbiamo scelto è di una grande catena la Viva Wyndham, a prevalenza italiano, con tanti ristoranti e bar, spiaggia molto grande ben attrezzata con un mare fantastico ed una vegetazione tropicale meravigliosa, i giardini super curati riempiono gli occhi.

I profumi dei caraibi son inconfondibili, fiori di Hibiscus, palme da cocco, sabbia e mare, creano un mix di essenze che ti entrano nel cuore.

La formula “All Inclusive” aiuta a rilassarsi molto, questo braccialetto da’ accesso ad ogni comfortbibite ovunque, cibi e frutta anche in spiaggia, pasti a buffet dove si trovano pietanze tipiche, internazionali e anche italiane.

Viaggiare in Repubblica Dominicana con bambini_vista dal ristorante

La pasta al pomodoro è il pranzo prediletto di mia figlia e devo dire che non è affatto male. Noi adulti prediligiamo la cucina tipica, fatta di riso stile mexican e pollo cucinato in tutti modi, sempre molto buono. Il pesce non fa impazzire, ma tra insalate, frutta estiva e dolci non ci facciamo mancare nulla.

Il giorno è scandito da grandi colazioni a base di pancakes, mango e papaya, yogurt e cereali, omelette ed ogni ben di dio.

Poi, tutti al mare a fare castelli di sabbia, cercare conchiglie, fare tuffi tra piccoli pescetti simpatici e crogiolarci al sole. La temperatura è perfetta, di giorno fa caldo solo nelle ore centralissime, l’acqua è tiepida e piacevole oltre ad essere meravigliosamente trasparente.

Repubblica Dominicana con bambini: le attività della sera

 

La sera basta un copri spalle o giacchetto jeans per i più piccoli e l’aria di mare ti inebria.

I pranzi e le cene sono sempre diversi, si può scegliere tra più ristoranti e mangiare pizza, cucina tipica, messicana o orientale, alla carta o a buffet, insomma non manca nulla.

La sera, dopo cena, nella piazza centrale diventa abitudine fissa ballare un po’ di salsa e mia figlia diventa star indiscussa della scena! Ogni sera con un animatore diverso, inizia a muovere i suoi primi passi di salsa e bachata!

Viaggiare in Repubblica Dominicana con bambini_piazza centrale del villaggio

Alle 10 inizia lo spettacolo e devo dire che i ragazzi dell’animazione sono apprezzabili, dopo una giornata passata in spiaggia a far divertire grandi e piccini, la sera preparano spettacoli sempre diversi ed i più piccoli si divertono con tutte le musiche ed i colori che mettono in scena.

Noi allo spettacolo preferiamo una passeggiata sul lungomare di questo villaggio, immerso tra palme da cocco e luna piena, aspettando che la cucciola si addormenti nel suo passeggino per poi gustare un buon rum in riva al mare!

Insomma la routine di questa vacanza tutto è stata tranne che monotona!

Viaggiare in Repubblica Dominicana con bambini_mamma e figlia viaggiatrice

Repubblica Dominicana con bambini: sensazioni a fine viaggio

Abbiamo sempre amato posti meno turistici e più di nicchia, ma questa esperienza di viaggiare in Repubblica Dominicana con bambini piccoli è stata veramente molto rilassante: permette ai genitori di staccare la spina, potersi dedicare completamente ai propri figli e riuscire al tempo stesso a godere a pieno di una vacanza degna di essere chiamata tale.

Relax, mare fantastico, divertimento adeguato, cibo per tutti, senso di tranquillità e serenità!

Il rientro è sempre un po’ triste, ma per concludere, il volo è stato perfetto, 9 ore e poco più in aria, lei ha dormito tutto il tempo, noi un po’ meno ma i ricordi hanno allietato il viaggio.

Viaggiare in Repubblica Dominicana con bambini_spiaggia 3

Atterrati a Roma, fortunatamente, abbiamo trovato un bel sole ad aspettarci ed allora cosa possiamo volere di più dalla vita?! Un rum in Repubblica Dominicana! Noi torneremo! 😉

Che dite è stata brava Valentina a raccontarvi il suo piccolo sogno in Bayahibe? io spero di tornare con lei, far giocare Baby P. con la sua cucciola e ovviamente bere un buon bicchiere di Rhum!

    4 Comments

  1. Sospiro e sogno ad occhi aperti.. complimenti a Valentina, ma soprattutto complimenti alla sua piccola bimba esploratrice!

    • Lucrezina

      Si anche io quando ho visto le foto ho sognato ad occhi aperti e per questo e’ stato un piacere ospitare il suo racconto di viaggio nel mio blog 🙂 niente male il mare vero? tocca portarci Ciccino e Baby P. a fare un salto!

  2. Anch’io sono nelle fase di sospiro e di sogno! Ho già preso nota e spero di poter sperimentare quanto prima un’esperienza così bella! Brava Valentina e un grazie a Lucrezia per averla ospitata! Mi avete fatta sognare

    • Lucrezina

      Molto contenta che tu abbia potuto sognare attraverso il racconto di Valentina…era il mio obiettivo 😉 come al solito grazie per essere passata e per aver lasciato un commento 😀

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi ricevere i miei articoli via mail?

Vuoi ricevere i miei articoli via mail?

Grazie ho ricevuto la tua iscrizione. A presto!

Pin It on Pinterest

Share This
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: