Navigation Menu
Vademecum per genitori in viaggio con bambini per la Florida

Vademecum per genitori in viaggio con bambini per la Florida

on Gen 23, 2015 in Miami | 2 comments

Lucrezina

Attenzione: post denso di informazioni utili per genitori in viaggio con bambini pronti (e non) per un volo intercontinentale con i loro figli piccoli per la Florida. In questo articolo ho deciso di dar voce e rispondere a tutte le domande che da brava mamma apprensiva mi ponevo prima di salire in aereo per il mio viaggio con destinazione Miami. Come credo sia avvenuto per la maggior parte dei genitori in viaggio, seppur entusiasta di partire e adrenalinica per il viaggio in procinto di fare, mi ponevo molte domande su come sarebbe andata questa esperienza, sulle difficoltà che avrei avuto io e su quelle che avrebbe avuto (eventualmente) mio figlio, sull’organizzazione e su cosa fare affinché il viaggio filasse liscio. Ho cercato di documentarmi il più possibile, di ragionare in maniera lungimirante e per il resto mi sono affidata al caso. Il risultato credo sia stato più che soddisfacente e per questo ho deciso di raccontarvi la mia personale esperienza con la speranza che possa essere utile per altri genitori in procinto di partire come me o meglio ancora per chi serba dubbi e leggendo le mie parole magari possa sentirsi “rassicurato”. 1. Come farò ad affrontare 11 ore di volo? Cosa fare per intrattenere mio figlio? Mi porto da mangiare per lui?  Mio figlio, prima di partire per Miami, aveva già diverse esperienze di volo ma non più lunghe di 1 ora e mezza e il fatto di dover sostenere 11 ore di volo con lui mi “dava da pensare”. Devo ammettere che seppur stancante è andata meglio del “temuto”. Ho portato con me diverse forme di intrattenimento: i suoi animaletti giocattolo preferiti (i più piccoli), ipad con applicazioni gioco (sostanzialmente My first apps), qualche libro e snacks. Tutto ciò lo avrà intrattenuto in totale 1 ora e mezza 🙂 Mi sono portata anche il pranzo perché l’unica tipologia di pasti disponibili per bambini erano gli omogeneizzati. Purtroppo al volo di andata non avevamo il sedile con lo spazio avanti ma lo avevano l’altra coppia di amici. Lo spazio avanti è stato utile per fargli sgranchire le gambe e giocare seduto a terra per un po’. È scappato anche un pisolino (breve eh!) ma ovviamente ciò che lo ha assolutamente...

Read More
Da Miami beach a Downtown: il diario del viaggio con mio figlio

Da Miami beach a Downtown: il diario del viaggio con mio figlio

on Gen 16, 2015 in Miami | 16 comments

Lucrezina

Dopo il primo post in cui vi parlavo delle emozioni del viaggio a Miami con mio figlio (lo trovate QUI) ecco “a grande richiesta” (oserei dire “a grandissima richiesta”) il racconto delle tappe che abbiamo toccato durante la nostra vacanza natalizia! “Dici Miami e pensi a Miami Beach” Questo vale per la maggior parte delle persone, credo, ma Miami non è solo spiaggia, mare e relax….è anche relax mare e spiaggia 😉 Scherzi a parte oltre il “Beach” c’è una città affascinante, moderna e stimolante. Nel corso del nostro viaggio siamo stati a Miami in due tappe: arrivati il 23 Dicembre siamo ripartiti il 26 per Orlando, siamo quindi ritornati il 29 Dicembre per poi ripartire definitivamente l’1 Gennaio. Idealmente avrei voluto equamente suddividere il mio soggiorno tra una visita un po’ più “culturale” della città e un crogiolarsi al sole in spiaggia. Nei fatti la voglia di relax ha avuto la meglio e con la scusa che “ il mare fa bene al piccolo” abbiamo sostanzialmente optato per un approfondito studio della parte Beach (in particolare South Beach) con solo qualche contaminazione del Downtown. Il 24 Dicembre mattina, appena svegli ci siamo subito diretti verso il mare con una “sana voglia di oziare”. Grazie alla posizione ideale dell’appartamento in cui soggiornavamo, in pochi minuti abbiamo raggiunto la spiaggia situata a pochi metri da Ocean Drive tra il Delano Hotel e lo Shore Club. La giornata è stata fantastica e credo che la ricorderò forse come una delle vigilie più originali mai trascorse: Baby P. ha giocato con i gabbiani, dormito e addirittura mangiato (che per un bimbo selettivo come lui è un ottimo successo!). Noi non ci siamo fatti scappare la possibilità di fare un bagno nell’Oceano e poi abbiamo deliziato il palato con un croccante e appetitoso croissant della Sandwicherie, un originale chiosco che vende baguette e croissant farciti, davvero deliziosi. Per il tradizionale Pranzo di Natale ci siamo rifugiati nell’esclusiva Belle Isle, non lontana da South Beach, e abbiamo goduto dell’incantevole panorama che si coglie dalla terrazza dello Standard Hotel. Onestamente il ristorante non è particolarmente degno di nota per il cibo né tantomeno si può considerare “family friendly” (non avevano neanche i seggioloni!) ma la vista che si...

Read More
Miami con bambini: le emozioni provate in viaggio con mio figlio

Miami con bambini: le emozioni provate in viaggio con mio figlio

on Gen 12, 2015 in Miami | 12 comments

Lucrezina

Da diversi giorni tutti mi chiedono com’è andato il viaggio a Miami con mio figlio e com’è stata questa prima esperienza di viaggio in aereo intercontinentale per gli USA. È arrivato il momento di farvi il primo resoconto. La verità è che per un po’ di giorni sono stata in uno stato di totale limbo, la mia mente ancora fluttuava felice riscaldata dal sole della Florida, e avevo la sensazione costante del benessere provato in viaggio a godermi ininterrottamente mio figlio come il tram tram quotidiano non mi permette di fare. Poi però la realtà ha preso il sopravvento, i ricordi hanno iniziato a diventare un po’ più sfumati e prima che si sfaldassero del tutto ho capito che era arrivato il momento di mettere nero su bianco (o meglio di digitare) i primi ricordi e le prime emozioni del mio american dream. In questo primo post ho deciso di parlarvi delle sensazioni che ho vissuto e che mi porterò dietro, del mio piccolo bagaglio di “american emotions”, degli stati d’animo che hanno caratterizzato questo viaggio unico. Pienezza Ecco la prima parola che mi viene per definire la gioia che ha pervaso questo viaggio a Miami. Pienezza nel senso di completezza a tutto tondo: felicità di essere in viaggio con Sir G, il mio compagno, e il lusso di potermi godere mio figlio di giorno e notte, l’entusiasmo di scoprire il mondo attraverso i Suoi occhi e l’adrenalina che caratterizza sempre la scoperta di nuove terre. Euforia Scoprire nuove terre, nuovi usi e tradizioni e nuove persone mi ha sempre trasmesso un senso di euforia: uno stato di adrenalina pura pre partenza, un entusiasmo unico durante il viaggio e un senso di malinconia (costruttiva!) post partenza utile per ritrovare l’euforia del viaggio successivo. Vi assicuro che quando si inizia a viaggiare con un bimbo piccolo, e si comincia a vedere il mondo attraverso i suoi occhi, a scoprire i sapori attraverso il suo palato e a relazionarsi alle persone tramite lui, questa sensazione di euforia viene enfatizzata oltre ogni limite e ci si rende conto che viaggiare in questo modo è l’unico modo possibile. Stanchezza Non posso negare che alla Pienezza e all’Euforia si sia accompagnato anche un senso (costante?) di...

Read More
USA con bambini: per Natale Volo a Miami con mio figlio!

USA con bambini: per Natale Volo a Miami con mio figlio!

on Dic 22, 2014 in Miami | 4 comments

Lucrezina

Questo anno per la prima volta celebriamo le feste in versione Vanzina: Natale a Miami…ma con un bimbo di un anno! Il Natale per me è sempre stato un’occasione di ritrovo della mia famiglia: quando ero piccola, si andava dai parenti a Catania tra tombolate infarcite di urletti e schiamazzi, stereotipi, figure mitiche e tradizionali ricette di cucina. Con il passare degli anni abbiamo smesso di andare in terra sicula e ci siamo ritrovati solo noi quattro (io, i miei genitori e mio fratello) in un momento esclusivo solo nostro senza alcuno stereotipo ma solo in un reciproco scambio di amore vero e sincero. Negli ultimi anni il gruppo ha cominciato a “rinfoltirsi” con l’aggiungersi di fidanzati, compagni, cani e ovviamente bambini (o forse è meglio dire bambino al singolare!). Quest’anno però la tradizione sarà interrotta o forse è meglio dire sconvolta! Mio fratello (sì lo stesso fratello le cui “gesta” ho raccontato QUI!) ci ha comunicato che aveva finalmente ottenuto il visto di lavoro per Miami e si sarebbe trasferito lì. Qual è stata la nostra risposta? Bè cos’altro se non …Natale a Miami! Devo ammettere poi che ero piuttosto entusiasta di aggiungere al mio blog la categoria: USA con bambini 🙂 E allora ecco svelato il mistero di cui avevo velato i miei post sui social media: Martedì 23 dicembre (domani…sic!) ci attende un volo diretto per Miami. Oltre i miei genitori verrà una coppia di amici con bimbo piccolo e coglieremo l’occasione poi per fare un giro della Florida portando i pargoli ai parchi gioco di Orlando (hanno insistito loro…giuro!). Ansia? Bè certo! È pur sempre il nostro volo intercontinentale ma vi assicuro che l’entusiasmo e l’adrenalina sono molto più forti. Curiosi di sapere come andrà? Seguitemi sui social con l’hashtag #peekabooamiami. P.S. Mio figlio ancora non parla inglese (o forse sarebbe più corretto dire che non parla proprio!) ma per chi volesse preparare i propri figli a viaggi del genere o comunque in paesi anglofoni consiglio di dare un’occhiata QUI o di cliccare sull’immagine della bimba che vedete qui accanto: come si chiama? Piccabulla….of...

Read More