Navigation Menu
Villa Peripato: un angolo per bambini immerso nella storia

Villa Peripato: un angolo per bambini immerso nella storia

on Feb 16, 2015 in Taranto | 4 comments

Lucrezina

Vi racconto della Villa Peripato, un piccolo angolo di storia e di divertimento per i bambini nella città di Taranto.

Parco Giochi - Villa Peripato - Peekaboo Travel Baby

Osservare i bambini giocare mi ha sempre trasmesso un profondo senso di tranquillità già prima di diventare mamma: mi è sempre piaciuto fermarmi ed osservare queste piccole fantastiche creature protese nell’arduo tentativo di scalare uno scivolo o nell’assumere una militaresca posizione attendendo di salire sulla agognata altalena…o nel brillare, in generale, di gioia, travolti dall’entusiasmo di stare in un piccolo parco divertimenti.

Be’, da quando Baby P. ha raggiunto la giusta metratura per cimentarsi con queste creature non ho perso occasione per godermi questo spettacolo (ed anche, ad onor del vero, per contribuire, nel mio piccolo, da accrescere un progetto in cui credo fortemente, quello di Mary di Playground around the corner!).

Parco Giochi - Villa Peripato - Peekaboo Travel Baby

Ad 1 anno e mezzo “suonato” il mio piccolo veterano può vantare un taccuino di tutto rispetto, avendo “domato” già diverse aree gioco: dall’altalena della gianicolense pontificia Villa Sciarra (troppo facile oramai per lui, l’ho letto nei suoi occhi) fino ad una delle tante presenti sul Lungomare di Miami beach, passando per quelle “montanare-ad alta quota” austriache, per quelle bohémien marsigliesi, fino a toccare, buon mezzo sangue non mente, quelle della sua terra pugliese.

Taranto Villa Peripato

È proprio nella soleggiata città di Taranto, circondata dai due Mari, che ci siamo imbattuti in una Villa, avvolta da una lussureggiante vegetazione esotica, nella quale abbiamo scoperto un piccolo angolo di paradiso incline a valorizzare il sorriso dei più piccoli nonché amato da tutti i Tarantini.

Parlo di quella deliziosa oasi di verde, eco-ambientale ed archeologica, così amata dai suoi abitanti, che si apre sulla incantevole terrazza del Mar Piccolo, la cui storia si snoda con le vicende stesse dalla città, tra guerre e pace, tra ricostruzioni e festival, tra musiche e canti, la Villa Peripato.

L’origine del nome proviene dal termine di lingua greca Peripato (Περίπατος, Peripatos).

Il Peripato, “la Passeggiata”, infatti, era il colonnato coperto dove il maestro passeggiava con i discepoli discutendo ed argomentando.

Foto Storica presa dal web Altalena - Villa Peripato

Storicamente si narra che in questa “area” si trovasse la scuola peripatetica, voluta da Pitagora ed istituita da Aristotele, e che vi abbiamo insegnato eminenti filosofi del calibro di Diogene e Laerzio.

Parco Giochi - Villa Peripato - Peekaboo Travel Baby

Non pensavo, ahimè, che questo territorio, famoso nel mio immaginario romano per il bel mare e per il buon cibo, potesse nascondere così tanto fascino ed interesse storico, oltre che una incomparabile bellezza per i più piccoli, catturati ora dai giochi, ora dal richiamo dagli animali che qui vivono.

I Giardini del Peripato erano originariamente degli orti di proprietà della famiglia De Beaumont. Furono i De Beaumont stessi a trasformarli, sotto la guida di un grande artista, Antonio Criscuolo, in un parco aperto al pubblico nel 1863, mantenendone i connotati settecenteschi, per poi, successivamente, donarli al Comune di Taranto nel 1913.

Piccola curiosità: nel giardino si trova il busto di Leonardo Da Vinci, presente nell’omonima nave affondata nel Mar Piccolo nel 1916 durante la Prima Guerra Mondiale.

Tra la vegetazione esotica ed i viali alberati si trova poi l’area giochi destinata ai più piccoli: è questo il regno delle altalene classiche, dei giochi con gli elastici, dei caroselli e di un trenino dall’aspetto così vintage da meritare un “proviamolo”; ovviamente, Baby P. è salito con me, paventando un mix di coraggio e di audacia, per poi essere catturato vergognosamente da un gelato e finire con l’abbandonarmi al ricordo di un sorriso che ho ritrovato tenendomi stretta ad una carrozza tra vertiginose rotaie.

Trenino - Villa Peripato - Peekaboo Travel Baby

Non posso, tuttavia, non parlare anche di quella felice sensazione che questo Parco ci ha donato: un altruismo emozionante ritrovato in una altalena dedicata ai bambini disabili in carrozzina, donata al Comune di Taranto dall’Associazione Mister Sorriso; l’idea di regalare un sorriso anche a chi è costretto, fin da piccolo, ad affrontare la quotidianità con una diversa spensieratezza mi ha letteralmente conquistato e riempito di orgoglio.

Altalena per Disabili - Villa Peripato - Peekaboo Travel Baby

Altalena per Disabili - Villa Peripato - Peekaboo Travel Baby

Brava Taranto, così accogliente, così ricca di storia, sapori e tradizioni ma anche capace di donare un di più alle giornate dei nostri amati gnomi…insomma, una esperienza decisamente da sperimentare e chissà che vostro figlio, passeggiando tra i viali della Villa, non diventi un novello “Aristotele”.

Info Utili:

I Giardini della Villa Peripato si trovano in Via Pitagora 71.

Leggete di Mister Sorriso e delle loro attività QUI.

 

    4 Comments

  1. ah, il mio meraviglioso Sud!
    Abbiamo tantissima storia e mi è piaciuto MOLTISSIMO questo tuo post. Ho scoperto cose nuove e mi sono letteralmente emozionata alla vista di quell’altalena per i bimbi più sfortunati… grazie per questo racconto! Kiki si innamorerebbe di un posto così 🙂

    • Lucrezina

      Contenta che ti sia piaciuto, davvero. Ho amato il fatto che fosse proprio il (tuo amato) Sud ad offrire una villa dal passato storico cosi’ affascinante e un dono speciale per i bimbi disabili! Si Kiki lo adorerebbe 😉

  2. Perfetto, quindi prossima tappa spedizione punitiva con Baby P., Ciccino e Kiki alla conquista di Villa Peripato.. già solo il nome mi sta simpatico 🙂
    Bel post, brava brava brava!

    • Lucrezina

      mi ero persa il tuo commento 🙂 si che bello tutti alla Villa dei filosofi! Grazie per i complimenti 😉

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi ricevere i miei articoli via mail?

Vuoi ricevere i miei articoli via mail?

Grazie ho ricevuto la tua iscrizione. A presto!

Pin It on Pinterest

Share This
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: